Bagno Turco

Perché un bagno turco / Hammam Himalayatherapy ?

bagno turcoAnche in questo trattamento noi di Himalaytherapy abbiamo scelto di ottenere il massimo, e di usare al meglio il principio della pompa ematica tramandatoci da Sevastin Kneipp, certo il nostro apporto ad un trattamento così efficace, sta nell'aver unito i benefici di un  elemento importantissimo per noi ovvero il sale Himalayano.

Lo abbiamo fatto in diversi modi, rispettando quindi la naturalità del trattamento che per noi deve essere sempre al 100%naturale. Attraverso l’inserimento dei nostri sistemi abbiamo inserito il giusto microclima ad 84 oligoelementi minerali, andando a rivestire panche, pavimenti e pareti con il prezioso salgemma Himalayano.

Amplificando così, i benefici, e le attribuzioni minerali, rendendo il trattamento ancora più efficace,e adatto ad essere inserito nel percorso TERME DELL’HIMALAYA.

Cos'è un bagno turco / Hammam Himalayatherapy ?

Il bagno turco più precisamente Hammam (letteralmente=”scaldare“) veniva praticato già nell'antica Grecia e nell'antica società romana. Dopo la caduta dell’Impero Romano, gli Arabi ereditarono molti edifici termali e vi apportarono delle modifiche, istituendo una procedura di balneazione più semplice e facendone dei centri di vita sociale e culturale, oltre che di benessere e igiene. Un’ulteriore evoluzione si deve ai Turchi, che trasformarono la pratica del bagno turco in uno degli eventi più importanti della vita quotidiana, introducendo trattamenti di cura della pelle, come l’uso del sapone nero, l’olio da massaggio di argan, ed altri trattamenti speziati che migliorano i benefici del trattamento.
Nell'attuale società islamica, il bagno turco rappresenta un momento di purificazione rituale, indispensabile per poter adempiere alla preghiera quotidiana.

terme himalayaIl bagno turco, da non confondere con la sauna differisce moltissimo anche in termini  di ambientazione e di durata   in quanto è caratterizzato da un ambiente fortemente umido, a differenza della sauna che  applica un ambiente estremamente caldo è secco. Entrambe i trattamenti sono  un toccasana per il benessere e la bellezza del nostro organismo in quanto favorisce l’eliminazione delle tossine e degli strati cutanei di scarto grazie alla sudorazione indotta dal vapore acqueo e da temperatura (circa 40°) e umidità elevate (100%). I benefici riguardano anche la salute, soprattutto per coloro che accusano problemi di respirazione. La vasodilatazione indotta dal vapore umido facilita l’espulsione delle tossine attraverso pelle, polmoni e reni. Il bagno turco aumenta le capacità di reazione del sistema immunitario e linfatico, scongiurando possibili malattie infettive. L’ambiente rilassante aiuta a combattere tensioni e stress, contribuendo a migliorare l’aspetto fisico e l’efficienza dell’organismo. Dopo un bagno turco la pelle risulta purificata, luminosa, morbida ed elastica. Non esistono controindicazioni all’uso di questo bagno purificatore, che pertanto è indicato ad individui di ogni età. Salvo indicazioni particolari del proprio medico curante, si può fare anche tutti i giorni.

Preparare la pelle

Prima di effettuare un bagno turco, è una buona abitudine quella di frizionare la pelle con un guanto di crine: si eliminano così le cellule morte e si prepara la pelle al trattamento.

  1. Onde evitare di disidratarsi, bere almeno uno o due bicchieri d’acqua prima di entrare nel bagno turco.
  2. Evitare di mangiare troppo o immediatamente prima di entrare nella sala di vapore, in quanto il calore intenso interferisce con la circolazione e la digestione.
  3. Fare una doccia prima di entrare nella stanza del bagno turco, in modo tale da preparare il corpo ad un’immersione nel vapore.
  4. Prendere una manciata di sale himalayano generalmente posto all'esterno del bagno turco.
  5. Lasciare fuori ciabatte ed asciugamani.
  6. Sciacquare bene il proprio posto a sedere e portare con se dell’acqua.
  7. Frizionare il corpo con il sale o con un guanto di crine.
  8. Se possibile, le prime volte ,non sostare per più di 15 o 20 minuti, questo per non sottoporre il corpo ad un eccessivo stress termico.
  9. Appena usciti fare una doccia fredda per attivare lo sbalzo termico e quindi la pompa ematica favorendo l’eliminazione di tossine.

Prima di passare ad un’altra attività come l’idromassaggio o la piscina, assicurarsi che il corpo sia tornato a temperatura ambiente.

E’ bene rinfrescarsi di tanto in tanto con spugnature d’acqua fresca. Per capire quando è il momento giusto per uscire dal bagno turco, occorre imparare ad ascoltare il proprio corpo.